lunedì 7 marzo 2011

CHIACCHIERE DI CARNEVALE




Questa ricetta viene da Salerno, dalla mia amica Serena, una persona speciale incontrata tra i banchi universitari e, ancora oggi, con i chilometri che ci separano e due vite molto diverse, un punto di riferimento nella mia vita.
Lei, cuoca straordinaria, mi ha concesso di sbirciare più volte nella sua cucina ed io non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di poter assistere alla creazione di alcune pietanze superbe. Una di queste, sono proprio le chiacchiere, il dolce carnevalesco per eccellenza per chi, come me, viene da là giù, da quel fantastico sud che io adoro e che molte volte rimpiango d’aver lasciato.
Con questa ricetta voglio fare anche un omaggio ad un’altra persona che, proprio da Ischia, mi ha chiesto di inserire nel blog le chiacchiere, parlo di Serena, eh si, anche lei si chiama Serena, è stato  bello ritrovarsi in questo spazio dopo tanto tempo, ci siamo lasciate al liceo e ci siamo ritrovate proprio qui.
Tornando alle nostre care chiacchiere, la ricetta è molto semplice e di facile esecuzione, per la stesura della pasta, non avevo la fantastica macchinetta deputata a questa funzione quindi, sono andata di matterello …… il risultato è stato comunque buono ma, ovviamente, non essendo una brava stenditrice di pasta, le chiacchiere sono venute leggermente più doppie ma, vi assicuro, la croccantezza non ne ha risentito.
Ricordandovi che da domani il Carnevale finisce, vi consiglio di approfittare di quest’ultimo pomeriggio per cimentarvi nella preparazione delle chiacchiere.
Buon Carnevale a tutti!


CHIACCHIERE DI CARNEVALE

500 gr di farina
50 gr di burro fuso
4 cucchiai rasi di zucchero
1 uovo
2 tuorli
1 bustina di vanillina
2/3 cucchiai di limoncello
buccia di un limone grattugiata
½ bicchiere di vino bianco
½ bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

olio di semi di arachidi


In un bicchiere capiente, unire il limoncello al vino e scioglietevi dentro 4 cucchiai di zucchero e la vanillina.
In una ciotola , inserite la farina, le uova, il burro, la buccia di limone, il lievito e un pizzico di sale. Lavorate il tutto con il preparato di vino e limoncello, fino ad ottenere un panetto sodo e liscio, se dovesse risultare troppo duro, aggiungete altro vino.
Lasciate riposare il panetto in frigorifero per mezz’ora.
Stendete l’impasto in una sfoglia molto sottile, magari con l’apposita macchina, e ricavatene tante stiscioline con l’apposita rondella dentellata.
Friggetele in abbondante olio di semi di arachidi.


AGGIORNAMENTO
Mi avanzava dell'impasto e così, per accontentare il marito goloso, le ho cotte in forno per 10 minuti e le ho cosparse di rivoli di cioccolato fondente fuso.
Il tutto accompagnato da un passito di Cormòns!




2 commenti:

  1. che buone queste chiacchiere! ideali per un carnevale goloso! :-D

    RispondiElimina
  2. Grazie Giulia !! Io le ho preparate domenica la ricetta era simile ma al posto del limoncello ho usato del brandy e vino bianco ..sono venute anche a me molto buone , stesso problema per la stesura della pasta che non è il mio forte ma il risultato comunque ottimo . La prossima volta provo questa che tra l'altra è della mia omonima per cui sarà sicuramente buonissima !a presto.
    Serena

    RispondiElimina