martedì 31 gennaio 2012

PASTA BROCCOLI E SCAMORZA


Questa ricetta giaceva nel mio Mac da quasi un anno, l'avevo completamente rimossa e, molto spesso, le operazioni di messa in ordine, servono proprio a questo, a recuperare cose passate nel dimenticatoio!
Un ottimo piatto unico e non so da voi ma, da queste parti, è di rigore mangiare o il primo o il secondo, così facendo, possiamo concederci, senza eccessivi sensi di colpa, piatti ricchi e gustosi, seguendo anche il percorso della stagionalità dei prodotti.

PASTA BROCCOLI E SCAMORZA
un cespo di broccoli
220 gr di pasta tipo garganelli
1/2 scamorza affumicata
parmigiano
olio evo
2 spicchi d'aglio
peperoncino

Mondate e lavate i broccoli, metteteli in una pentola con abbondate acqua e portate ad ebollizione, scolateli quando i broccoli saranno ancora ben sodi.
In una padella fate soffriggere l'aglio con l'olio, aggiungete poi i broccoli, un pò di peperoncino, sale, portate a cottura per circa 15 minuti. I broccoli si dovranno disfare, formando quasi una purea.
Una volta cotta la pasta, io dimezzo i tempi di cottura della confezione, unirla ai broccoli e amalgamateli per bene. In una teglia precedentemente imburrata, versate un primo strato di pasta, la scamorza tagliata a cubetti, e il parmigiano, procedete poi con un altro strato di pasta e completate con scamorza e parmigiano. Coprite con la carta stagnola e infornate per 20 minuti a 180°C, completate la cottura togliendo la carta stagnola, facendo gratinare per altri 10 minuti

venerdì 27 gennaio 2012

CRESPELLE AL GRANO SARACENO E CARCIOFI


Un pranzo domenicale che sia tale non può non avere un primo corposo e gustoso, in questo caso, pur non rinunciando al gusto, si riesce a realizzare questo piatto in pochissimo tempo, basta organizzarsi. La sera prima preparate i carciofi e le crespelle e, di rientro dalla passeggiata domenicale, passate a riempire queste ultime, in forno per circa 30 minuti e il primo è servito!
Il carattere grezzo del grano saraceno, applicato a questo piatto, è stata una scelta vincente, mi scopro sempre più amante di tutto ciò che è poco raffinato. Vi auguro uno splendido fine settimana.


CRESPELLE AL GRANO SARACENO E CARCIOFI
Per le crespelle: 250 gr latte, 120 gr farina di grano saraceno, 2 uova, un pizzico di sale
Per il ripieno:4 carciofi, taleggio, parmigiano, burro fuso, parmigiano

Per prima cosa passiamo a realizzare le crespelle. In un mixer inserite tutti gli ingredienti e lavorarli velocemente fino ad ottenere un composto liscio. Lasciarlo riposare per un’ora poi passate alla loro cottura.
Per i carciofi: tagliateli a fettine molto sottili, in una padella fate poi soffriggere l’olio con l’aglio, aggiungete i carciofi, un goccio d’acqua, sale e pepe. Cuocete per circa 15/20 minuti
Una volta pronte le crepes, imburrate una teglia da forno, farcite le crepes con i carciofi, i cubetti di taleggio, richiudete la crepe e adagiarla sulla teglia. Una volta terminato, versare sulla superficie un mix di burro fuso e parmigiano. Infornate a 180°C per 20 minuti con la teglia coperta di carta stagnola e, altri 10 minuti, senza stagnola per far gratinare la superficie. 

giovedì 26 gennaio 2012

CROSTATA LAMPONI E MIRTILLI


Fa freddo, troppo per i miei gusti,  voglia di passare le giornate sul mio comodo divano, con uno dei tanti libri comprati e mai iniziati, una tisana bollente  e, magari, una fetta di questa splendida crostata! Potrebbe sembrare vagamente estiva ma, vi assicuro, per un fine pasto intrigante o un pomeriggio rilassante, questa crostata è perfetta.


CROSTATA LAMPONI E MIRTILLI

Frolla: 300 gr farina, 100 gr burro, 150 zucchero, 1 tuorlo + 1 uovo, 1 cucchiaino di lievito per dolci, buccia grattugiata di un limone
Crema ganache al cioccolato bianco: 300 gr cioccolato bianco, 320 gr Pilalelphia, 125 ml panna fresca, 70 gr di burro

Fate fondere a bagnomaria il cioccolato bianco con il burro e la panna. Lasciate raffreddare il composto ed incorporatevi il formaggio ben freddo. Con l’aiuto di un mixer sbattete energicamente il composto fino ad ottenere una ganache morbida ma molto spumosa. Far riposare in frigo per un paio d’ore, io l’ho preparata il giorno prima.
Per la frolla, in un mixer lavorate il burro con la farina, fino ad ottenere un composto sabbioso, unite gli altri ingredienti e lavorate il tutto velocemente. Formate un panetto e ponetelo in frigo per circa 2 ore.
Stendete la pasta frolla, ricavatene un disco che andrete ad adagiare in uno stampo precedentemente imburrato e infarinato, coprite la base con dei fagioli e infornate a 180°C per circa 20/30 minuti.
Una volta fatta raffreddare, stendete sulla base della crostata la ganache al cioccolato bianco e guarnite con lamponi e mirtilli, in precedenza lavati. Una spolverizzata di zucchero a velo ed è pronta da gustare 

martedì 24 gennaio 2012

TORTA DELLA NONNA


Oggi ho deciso di pubblicare una ricetta che adoro, per un anno intero è stato il mio dolce della domenica, abitavo nei pressi di piazza Bologna e, proprio alle spalle di casa avevo un forno straordinario “Lucarelli” che, oltre ad ottimo pane e pizza, sfornava una torta della nonna straordinaria, un dolce dai sapori semplici, proprio come piace a me.
Questa versione l’ho trovata in un vecchio libro, intitolato proprio “Le ricette della nonna”, anche questa ricetta rientra nelle ricette da fare e rifare!


TORTA DELLA NONNA
Frolla: 300 gr farina, 100 gr burro, 1 uovo , 1 tuorlo, 75 gr zucchero a velo, 1 cucchiaino di lievito per dolci
Crema: 2 tuorli, 35 gr di farina, 575 ml di latte, 75 gr zucchero a velo, 100 gr farina di mandorle. Pinoli

Cominciamo con il preparare la frolla. Mescolate, in un mixer, le farine con il burro fino ad ottenere un composto sabbioso, aggiungete poi i rimanenti ingredienti e lavorate il tutto velocemente fino ad ottenere un panetto che farete riposare in frigo per circa 2 ore.
Preparate la crema, lavorando i tuorli con lo zucchero, aggiungete poi la farina. Portate a bollore il latte e versatelo a filo sul composto fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungete la farina di mandorle, rimettete il tutto sul fuoco, a fiamma bassa, e cuocete finchè la crema non risulterà ben densa. Versate la crema in una ciotola, copritela con della carta velina e lasciatela raffreddare.
Dividete l’impasto della frolla in due e ricavatene due dischi. Stendete il primo sulla teglia, coprirlo di crema, avendo cura di non occupare i bordi, coprite con il secondo disco, richiudete i bordi ripiegandoli verso l’interno. Spennellate la superficie con un uovo sbattuto ed infornate a 180° per circa 30 minuti, aggiungete poi i pinoli precedentemente tostati.

mercoledì 11 gennaio 2012

PANINI AL LATTE


Primo post dell'anno, un anno che sicuramente passerà nella storia e che ricorderò ma, di questo, vi parlerò in seguito. 
Questi panini al latte sono semplicemente divini, morbidi e versatili, infatti li potete farcire sia con la nutella, come ho fatto in quest'occasione, sia con un ripieno salato, tipo taleggio e pancetta affumicata, salame ed emmental insomma... vi potete sbizzarrire!
La versione alla Nutella è stata preparata per la festa di Natale all'asilo del mio piccolo, hanno messo d'accordo adulti e bambini.
Invece, per la sua festa di compleanno, li ho preparati con il ripieno salato e, a breve, arriveranno altre ricette sperimentati proprio per il suo compleanno
Mia cara Nadia, avevi proprio ragione e, anche io, ringrazio Dana!


PANINI AL LATTE

500 g di farina manitoba
75 g di burro morbido
1 cubetto di lievito
250 g di latte
1 pizzico di zucchero
10 g di sale

In un robot da cucina versate il latte, lo zucchero e il lievito, mescolate brevemente fino a far sciogliere il lievito. Versate poi la farina, il burro fuso e il sale, cominciate ad impastare, aggiungendo un goccio d'acqua. Dovrete ottenere un panetto compatto. Coprite e lasciate lievitare per un’ora abbondante (o, comunque, fino al raddoppio del volume). Riprendete l’impasto, ricavatene 16 palline, precedentemente riempite con un cucchiaino di nutella, e sistematele su di una teglia coperta da carta da forno e lasciatele lievitare ancora un’ora. Infine, spennellate con dell’albume sbattuto, adagiatevi su alcuni zuccherini colorati della Silikomart ed infornate a 200 gradi per 10 minuti.