venerdì 23 dicembre 2011

TARTUFI FONDENTI E CAFFE'



Se ancora non avete pensato al dolcetto stuzzicante da gustare con i vostri cari alla fine del cenone della Vigilia, questo fa proprio al caso vostro. Lo so, lo so, siamo lontani dalla tradizioni ma chi l'ha detto che insieme agli struffoli, al panettone e al pandoro non possiate servire questa delizia. 
Il cioccolato fondente con la nota decisa e avvolgente del liquore al caffè della Molinari, vi regalerà quel senso di soddisfazione che solo un dolce come questo può darvi.
Oltre a questa piccola delizia, volevo augurare a tutti voi un Natale ricco di emozioni e serenità, vi auguro di ritornare nuovamente bambini perchè solo da quella prospettiva tutto ciò che ci circonda assume una luce diversa e speciale. Buon Natale!

TARTUFI FONDENTI E CAFFE'

330 gr cioccolato fondente
25 cl di panna fresca
50 gr di burro
2 cucchiai di liquore al caffè Molinari
cacao in polvere

Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Portate poi la panna a ebollizione, filtratela e aggiungetela, in più volte, al cioccolato sciolto, mescolando bene di volta i volta. Incorporate infine il burro a temperatura ambiente e mescolare nuovamente, fino ad averlo incorporato del tutto. mettete il composto in frigorifero per circa 2 ore, formate poi delle palline e passatele nel cacao amaro



giovedì 22 dicembre 2011

L'ALBERO CHE SI VESTE DA APERITIVO





Buongiorno a tutti voi, stamattina sono di corsa, come al solito... ultimamente ma, finalmente, domani si parte e ci sono le ultime cose da incastrare, regali, valigia e piccole golosità da consegnare! 
Vi lascio questo centrotavola speciale, realizzato grazie a Silikomart, ogni barretta dell'alberello è uno stuzzicante biscotto salato al pecorino, da mangiare assoluto con un buon bicchiere di prosecco oppure lo si può abbinare ad una crema di formaggio, cosa ne dite di questa?


200 gr farina
100 gr burro morbido
1 tuorlo 
75 gr parmigiano grattugiato
sale



Inserite tutti gli ingredienti in un robot da cucina e lavorateli velocemente fino ad ottenere un panetto compatto. Fatelo riposare in frigorifero per circa un'ora poi procedete con la formazione dell'alberello, vi lascio il link che vi guiderà nella sua realizzazione,  oppure potete utilizzare dei tagliabiscotti. Tutto in forno per 10 minuti a 180°C.

venerdì 16 dicembre 2011

SHORTBREAD MOLTO GLAMOUR


Ancora biscotti e questa volta parliamo di biscotti con la B maiuscola.
Avete presente quel gusto decisamente burroso accompagnato da una nota salata e da una fragranza senza eguali, stiamo parlando proprio di loro, gli shortbread, i tipici biscotti scozzesi,molto diffusi nel Regno Unito e che fanno decisamente gola anche a noi Italiani!
Solitamente li trovate in tre formati diversi: quelli di forma rettangolare allungata e molto spessi, gli shortbread rounds, di forma rotonda e,  infine, i petticoat tails, un grande biscotto unico circolare che viene diviso in spicchi.
Io ho rotto la tradizione e li ho vestiti, nel senso letterale del termine, con gli accessori più diffusamente presenti nel guardaroba femminile!
Avevo voglia di sdrammatizzare la serietà di questo tipo di biscotto e, in soccorso, mi sono arrivati dei mini cookie cutter della Silikomart, il risultato è stato decisamente delizioso!
Ovviamente, nello stenderel’impasto, ho lasciato sempre uno spessore piuttosto alto, circa un centimetro, questo mi ha facilitato anche nell’utilizzo dei tagliabiscotti.


SHORTBREAD MOLTO GLAMOUR

175 gr di farina
105 gr di burro
70 gr di zucchero
1 cucchiaio di latte
la punta di un cucchiaino di sale

In un mixer,inserite lo zucchero, la farina, il sale, il burro morbido tagliato a cubetti e il latte. Lavorate il tutto molto velocemente, fino ad ottenere un impasto compatto e morbido, avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero per 2 ore.
Stendete l’impasto con il matterello su di un piano da lavoro leggermente infarinato, lo spessore dovrà essere di circa 1 cm e procedete a ricavare le forme con il tagliabiscotti,io con i mini cookie cutter di Silikomart.
Disponete i biscotti su di una teglia da forno rivestita con l’apposita carta e infornate a 160°C per circa 10 minuti. Il mio forno non fa molto testo ultimamente, in alcune ricette troverete una cottura di 30/35minuti, insomma, vale regola del biscotto leggermente colorato, quindi.... seguitene la cottura.

mercoledì 14 dicembre 2011

I BISCOTTI E LA CREMA DI NOCCIOLE


Ho in calendario troppe cose da fare, le giornate hanno solo 24 ore e, visto che in giro si sente parlare sempre più spesso di biscotti, eccomi pronta con un’idea veloce e gustosa. Avete presente le serate pre-natalizie, quando ci si incontra con gli amici e i parenti all’ombra del fuoco vivo di un camino, si beve quasi sempre un vino liquoroso e guai a non accompagnarci qualcosa di dolce! Questi biscotti, nascono proprio così, dalla voglia di coccolarci nelle fredde serate invernali e, quando c’è di mezzo il Natale, tutto si avvolge di magia!
La pasta frolla è quella che ho già utilizzato qui, dopo averla fatta riposare un’ora in frigo, l’ho stesa su un piano da lavoro leggermente infarinato e ho ricavato dei dischi con un tagliabiscotti, li ho adagiati su di una teglia da forno ricoperta con l’apposita carta e li ho fatti cuocere a 180°C per scarsi 10 minuti. Li ho poi posizionati su di una griglia per farli raffreddare.
Spalmate una piccola quantità di cerema di nocciole sulla metàdei biscotti ed,infine, accoppiateli con quelli rimanenti.


martedì 6 dicembre 2011

LASAGNE FUNGHI, PATATE E TALEGGIO


Ci sono dei giorni in cui hai voglia di festeggiare anche se, in realtà, un motivo non c’è e, dalle mie parti, il festeggiamento è sinonimo di pranzetti succulenti e vino buono. Bhè, non ci crederete ma, in realtà, sono partita proprio dal vino, un fantastico bianco, dalle note fruttate e floreali, selezionato dal mio oste preferito, Fernando di winexplorer!
Il vino in questione è il Roero Arneis Docg dei Marchesi Incisa della Rocchetta, consigliatissimo, da abbinare a formaggi, carni bianche, pesce, un vino a tutto pasto, dall’aperitivo al dolce!
La mia idea di partenza era quella di abbinarlo ad un primo con il pesce poi, sfogliando un pò di riviste, ho trovato questa lasagna che non potevo non provare, i funghi, le patate e il taleggio sono gli ingredienti principali e sono anche degli alimenti che non mancano mai nella mia dispensa.Mi sono messa subito a lavoro e, vi assicuro, il risultato è stato straordinario!
Alla ricetta, trovata su Sale e Pepe di ottobre, ho apportato delle  modifiche.
Per completare un degno pranzo, mi mancava un’altra portata, un secondo no, avrebbe appesantito tutto, un antipasto decisamente si ed è così che ho pensato a dei tortini di papate speziati da accompagnare a dell’ottimo salmone affumicato, mangiato così, nudo e crudo! Signore e signori, se siete in cerca di suggerimenti per il menù della vigilia, qui,vino compreso, c’è qualcosa che fa al caso vostro.




LASAGNE FUNGHI, PAPATE E TALEGGIO
per 6 persone

300 gr di lasagne fresche
2 spicchi d’aglio     
rosmarino
timo
350 gr di porcini
300 gr di patate lessate
200 gr di taleggio
1 dl di latte
½ dl panna fresca
brodo vegetale
30 gr parmigiano reggiano
olio evo
sale e pepe

Pulite i funghi, affettateli, saltateli in una padella con gli spicchi d’aglio interi e 3 cucchiai d’olio.Unite le patate tagliate a cubetti, un paio di rametti di timo e di rosmarino e lasciate insaporire per 10minuti, aggiungendo il latte e qualche cucchiaio di brodo. Togliete gli aromi, salate e pepate.
Per le lasagne,io ho utilizzato quelle pronte di Giovanni Rana, fare la sfoglia con i tempi che ho a disposizione, sarebbe stato improponibile ;)
Imburrate una teglia rettangolare e formate sul fondo uno starato di lasagne, distribuite i funghi e le patate, i cubetti di taleggio e proseguite così fino ad esaurire gli ingredienti. Non preoccupatevi se il ripieno sembrerà scarno, il miracolo avviene in cottura.
Mescolate la panna con il grana e distribuite il mix sulla superficie; rifinite con gli aghetti di rosmarino che avrete recuperato dalla cottura dei funghi e aggiungete anche del pepe.
Piccola nota, non avevo panna in casa quindi ho sciolto del burro, aggiugendo poi un goccio di latte e il parmigiano, il risultato è stato comunque ottimo
Cuocete in forno a 180°per 20 minuti, avendo cura di coprire la teglia con della carta stagnola poi, scoprite, e fate gratinare per 10 minuti.


TORTINI DI PATATE SPEZIATI E SALMONE
per 4 tortini

250 gr di patate lessate
latte qb
menta
timo
sale
pepe
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
una noce di burro

Ho schiacciato le patate ancora calde con lo schiacciapatate e lavorato il composto con un cucchiaio di legno, aggiungendo un poco alla volta tutti gli ingredienti, il risultato dovrà essere un composto morbido e omogeneo, dovrete lavorarlo con estrema facilità. Ho poi imburrato degli stampini, li ho riempiti con il composto e ho infornato il tutto per circa 25/30 minuti.
A questo punto li ho fatti raffreddare, ho posizionato i tortini sul piatto e vi ho adagiato accanto le fettine di salmone.