lunedì 11 aprile 2011

SPAGHETTI AGLIO E OLIO



Quando penso alla mia esperienza universitaria, la prima immagine che mi viene in mente è quella di una finestra con un davanzale abbastanza ampio da contenermi e una vista mozzafiato, il Vesuvio, la cupola della Galleria Umberto e il porto di Napoli!
Quante sere ho passato a guardare quello spettacolo, quante chiacchierate fino a notte fonda con le mie compagne d’avventura, vecchie e nuove conoscenze, persone con cui ho condiviso uno dei periodi più belli e sereni della mia vita, amando profondamente gli studi che facevo e quella sensazione di totale indipendenza a soli 20 anni.
La nostra alimentazione aveva una costante, gli sfilatini del forno sotto casa, uno finiva prima di sederci a tavola e, il secondo, veniva spazzolato durante il pasto, mi sembra di sentirne ancora il profumo e sapore.
A condividere l’appartamento eravamo in quattro, Marianna che riusciva a farmi mangiare legumi e verdure, Anna e il suo caffè, Sonia con le sue mele verdi ed io, con i miei piatti forse troppo calorici!
La spesa al mercato sotto casa era troppo divertente, a Napoli anche fare la spesa ti rende spettatore di piccoli atti teatrali che ti fanno pensare a quanto sia speciale questa città.
Se chiudo gli occhi mi sembra di rivivere la magia delle serate passate a mangiare la pizza di Brandi, il profumo indimenticabile, la mozzarella filante, il cornicione leggermente bruciacchiato, il gesto del pizzaiolo che conclude la magia della farcitura con un giro d’olio, chi se la scorda più!

Dopo questa lunga parentesi sulla mia esperienza universitaria, torniamo al contest a cui partecipo.
Quando ho letto sul bolg di Cleare de il pomodoro rosso, il titolo del contest "la pasta degli studenti in 5 ingredienti" il primo piatto a cui ho pensato sono stati gli spaghetti aglio e olio “come li fa il mio papà”!
E’ un piatto che ho realizzato poco durante il mio periodo universitario, non lo amavo in modo particolare poi, come spesso accade, i gusti cambiano e il palato matura.
La variante che rende questo piatto speciale, è la mollica di pane raffermo tostata nell’olio extra vergine d’oliva.


SPAGHETTI AGLIO E OLIO
per 2 persone

180 gr spaghetti Garofalo n. 9
4 cucchiai di olio evo
2 spicchi d’aglio
la punta di un peperoncino
mollica di pane raffermo

In una padella abbastanza capiente far soffriggere l’olio con l’aglio e il peperoncino, una volta imbiondito l’aglio, sollevarlo e inserite la mollica di pane raffermo che avrete precedentemente sbriciolato.
Appena la mollica si sarà abbrustolita, toglietela dalla padella e mettetela da parte.
Scolate gli spaghetti al dente, versateli nella padella, aggiungete la mollica abbrustolita e mantecate il tutto.
Serviteli subito!
Con questa ricetta partecipo al contest di Cleare de ilpomodororosso con la collaborazione di pasta Garofalo







5 commenti:

  1. buonerrima la muddica e molto piacevole la "tua" letttura, regali un senso di pace.

    RispondiElimina
  2. feli .... senso di pace........ che bello ;)

    RispondiElimina
  3. mi hai fatto ricordare le amiche fuori sede ai tempi dell'università.. che bei ricordi..
    e che buona l'aglio,olio e peperoncino..

    RispondiElimina
  4. eh si giovanni, beli ricordi....

    RispondiElimina