venerdì 16 dicembre 2011

SHORTBREAD MOLTO GLAMOUR


Ancora biscotti e questa volta parliamo di biscotti con la B maiuscola.
Avete presente quel gusto decisamente burroso accompagnato da una nota salata e da una fragranza senza eguali, stiamo parlando proprio di loro, gli shortbread, i tipici biscotti scozzesi,molto diffusi nel Regno Unito e che fanno decisamente gola anche a noi Italiani!
Solitamente li trovate in tre formati diversi: quelli di forma rettangolare allungata e molto spessi, gli shortbread rounds, di forma rotonda e,  infine, i petticoat tails, un grande biscotto unico circolare che viene diviso in spicchi.
Io ho rotto la tradizione e li ho vestiti, nel senso letterale del termine, con gli accessori più diffusamente presenti nel guardaroba femminile!
Avevo voglia di sdrammatizzare la serietà di questo tipo di biscotto e, in soccorso, mi sono arrivati dei mini cookie cutter della Silikomart, il risultato è stato decisamente delizioso!
Ovviamente, nello stenderel’impasto, ho lasciato sempre uno spessore piuttosto alto, circa un centimetro, questo mi ha facilitato anche nell’utilizzo dei tagliabiscotti.


SHORTBREAD MOLTO GLAMOUR

175 gr di farina
105 gr di burro
70 gr di zucchero
1 cucchiaio di latte
la punta di un cucchiaino di sale

In un mixer,inserite lo zucchero, la farina, il sale, il burro morbido tagliato a cubetti e il latte. Lavorate il tutto molto velocemente, fino ad ottenere un impasto compatto e morbido, avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero per 2 ore.
Stendete l’impasto con il matterello su di un piano da lavoro leggermente infarinato, lo spessore dovrà essere di circa 1 cm e procedete a ricavare le forme con il tagliabiscotti,io con i mini cookie cutter di Silikomart.
Disponete i biscotti su di una teglia da forno rivestita con l’apposita carta e infornate a 160°C per circa 10 minuti. Il mio forno non fa molto testo ultimamente, in alcune ricette troverete una cottura di 30/35minuti, insomma, vale regola del biscotto leggermente colorato, quindi.... seguitene la cottura.

2 commenti:

  1. Ciao Giulia,
    aprendo il tuo blog per cercare qualche nuova idea interessante ho avuto un tuffo al cuore!
    Ho trascorso tre settimana ad Edimburgo per studiare l'inglese e la mia dolce insegnante ha preparato per me questi deliziosi biscotti. Mi ha dato la ricetta e per verificare che avessi capito bene li abbiamo anche fatti insieme. La ricetta è la stessa, ma lei non mette il latte e, un volta sfornati, li spolverizza di zucchero quando sono ancora caldi. Buonissim! Li consiglio anche se........sono più adatti ai paesi nordici per il loro alto contenuto di calorie, ma se ci accontentiamo di mangiarne solo uno....si possono fare. Ma avverto che è difficile fermarsi dopo averli asseggiati!
    Ciao alla prossima
    Marisa

    RispondiElimina
  2. cara Marisa, fermarsi ad uno... è quasi impossibile ma, come si dice, "una tantum"!

    RispondiElimina