martedì 22 febbraio 2011

SBRISOLONA PERE E NOCCIOLA


Come prima ricetta, non potevo non fare un omaggio ad una persona che mi ha fatto scoprire il fantastico mondo dei blog culinari, colei che con il suo spirito, la sua ironia riesce a rendere speciale la lettura di una semplice ricetta. La persona di cui parlo è Nadia, alias www.vitadaprecisina.com, e la ricetta in questione, è la sbrisolona pere e nocciole.
Un volta entrate nel mondo di precisina diventa poi difficile uscirne ed io, infatti, ne sono rimasta intrappolata!
Tornando alla ricetta, è stata la mia prima ricetta fotografata, una sera, con la mia piccola peste attaccata alle gambe, quasi fosse un cagnolino, ho deciso che dovevo assolutamente provare quel dolce, troppo intrigante, troppo mio e in meno di 10 minuti, la base era pronta!
Il sapore poi……..superbo, il croccante dell’involucro, reso ancora più grezzo dalla farina di mais e un interno morbido, le pere, e avvolgente, la crema di nocciole.
Cosa aspettate……provatelo!

Sbrisolona pere e nocciola
per una teglia da 22 cm di diametro

200 g di farina 00
150 g di farina di mais
100 g di zucchero
200 g di burro freddo a dadini
1 tuorlo d’uovo leggermente sbattuto
1 cucchiaino di lievito setacciato
1 pizzico di sale
50 g di nocciole spellate e tostate
1 grossa pera Williams (io….. due)
2 cucchiai abbondanti di crema di nocciole
(per renderla fluida, basterà intiepidirla appena)
burro e farina per lo stampo

Con la punta della dita oppure utilizzando un mixer da cucina, lavorate velocemente le farine, con il burro, lo zucchero, il tuorlo,  il lievito ed il sale: dovrete ottenere un composto amalgamato, ma ancora grossolano e granuloso. Nella teglia imburrata ed infarinata, fate un primo strato di briciole con metà impasto, compattate leggermente con il palmo della mano, farcite con fettine sottili di pera, rivoli di crema di nocciole e coprite interamente sbriciolando l’impasto rimasto. Decorate incastrando le nocciole intere qua e là, compattate un po’ e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per mezz’ora. Lasciate raffreddare completamente prima di affettare e servire.




2 commenti:

  1. Ahhh, la ricetta pilota... sorpresona sì. Commossa Giulia, e non tanto per dire. ;))
    Ehm, piccolo appunto: www.vitadaprecisina.com :))

    RispondiElimina
  2. Non potevo non omaggiarti:):)
    Ho prontamente rimediato all'errore......da principante ;)

    RispondiElimina