venerdì 6 maggio 2016

LA PASTIERA


Chi ha detto che la pastiera bisogna farla solo a Pasqua? Con questo dolce mi sono riconciliata solo da qualche anno, non lo amavo, la mia nonna era solita farmi una mini pastiera completamente frullata, il ripieno era una crema che sapeva di pastiera poi, complice la lontananza dall'Italia e la voglia di trasmettere le nostre tradizioni ai pargoli, ho iniziato a farla e, non so cosa sia successo, mi sono innamorata di questo dolce, del suo profumo che inonda non solo la casa ma anche il vicinato, la sua consistenza, questo incrocio tra il morbido ripieno e la frolla fragrante, insomma...è nato un amore! Dalle mie parti, in quel di Ischia, la settimana che precede la Pasqua, è contraddistinta dalla valga di pastiere che inondano tutte le case degli isolani! Non c'è scampo, ovunque vi dirigiate, troverete una pastiera ad aspettarvi! Insomma, potrebbe essere il dolce del week end, da portare a casa di amici o da offrire ai vostri ospiti magari, per renderlo più accattivante, potreste servilo con del gelato alla vaniglia! Enjoy


PASTIERA


Ripieno
400 gr di grano precotto
300 gr latte
Una noce di burro
700 gr di ricotta
600 gr di zucchero
80 gr di cedro candito
80 gr di arancia candita
5 uova più 2 tuorli
Vanillina
Un cucchiaio di Fiori d'arancio
Un cucchiaino di millefiori
Buccia grattugiata di un limone non trattato

Frolla
280 gr di farina
100 gr burro
150 gr di zucchero
Un uovo intero + un tuorlo
Un pizzico di sale
La buccia grattugiata di un limone non trattato

In una planetaria lavorate la farina con il burro a tocchetti fino ad ottenere un composto sabbioso, aggiungere poi lo zucchero, le uova e la buccia grattugiata del limone ed il sale. Lavorate l'impatto fino a quando non otterrete un composto ben compatto, a questo punto passate su di un piano da lavoro e continuate a lavorare la frolla con le mani. Una volta ottenuto un panetto, metterlo in frigorifero per circa un'ora

La sera prima, preparate una crema di ricotta e zucchero. Lavorate per bene i due ingredienti con la planetaria o le fruste elettriche, fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Riporre in frigo per tutta la notte.
In un pentolino versate il latte, il grano, la buccia del limone e la noce di burro. Portate ad ebollizione e lascia cuocere fino a quando non otterrete una consistenza cremosa ed il grano si sarà quasi completamente sfaldato. Far raffreddare il composto.
A questo punto tirare fuori dal frigo il composto di ricotta e zucchero, aggiungere le uova, avendo cura di inserirne una alla volta, aggiungere poi la frutta candita, la vanillina, gli aromi e, solo alla fine, la crema di grano e latte. Amalgamate bene il tutto.
A questo punto, stendere la frolla su di un piano da lavoro infarinato, non dovrà essere sottile, mi raccomando! Versatevi il composto, e guarnite con delle striscioline di frolla.
In forno a 180 gradi per circa un'ora.






Nessun commento:

Posta un commento